E’ FINITA L’AVVENTURA DI MANDORINO IN BIANCOROSSO?

Da Il Resto del Carlino, 25/04/2018

 

Quella con il Montermarciano potrebbe essere stata l’ultima partita di Mandorino con la maglia dell’Anconitana. Lo sfortunato centrocampista molisano, a quanto ci risulta, dovrebbe aver riportato uno stiramento alla coscia destra, la stessa già infortunata qualche mese fa: la prognosi in questi casi è di trenta giorni di stop e se la diagnosi fosse confermata il suo campionato sarebbe chiuso qui. La riconferma per l’anno prossimo, visti i diversi inconvenienti fisici avuti, è appesa ad un filo: la società sta facendo attente valutazioni ed i contrattempi dell’ex trequartista, tra le altre, di Civitanovese e Termoli potrebbero risultare decisivi.

Una stagione maledetta quella di Stefano Mandorino. Doveva essere l’anno del riscatto dopo che aveva quasi smesso di giocare per un bruttissimo infortunio al ginocchio prima della rinascita a Fermo, dove la scorsa annata ha vinto il campionato di serie D seppur con poche presenze all’attivo. La firma in Prima Categoria con l’Anconitana, oltre ad una presa di coscienza di non poter più fare la differenza come gli è sempre capitato a livelli più alti, presagiva ad una stagione da stella e quando è sceso in campo è sempre stato così. Il picco è arrivato con la tripletta nel derby contro i Portuali. Ma gli infortuni, stavolta muscolari e comprensibili per chi viene da un anno e mezzo completamente fermo, non lo hanno mai abbandonato. Ad ottobre lo stiramento nella partita persa al Del Conero con il Le Torri e quasi un mese di stop. Poi il risentimento alla coscia nell’amichevole di fine 2017 contro il Montegiorgio, forse sottovalutato sia dal giocatore stesso che dallo staff tecnico e medico dell’Anconitana. Mandorino è andato in campo nel derby del 7 gennaio, ha segnato tre gol come abbiamo scritto sopra, ma a fine partita ha accusato nuovamente dolore alla coscia infortunata. Uno strappo lo ha costretto a guardare i compagni dalla tribuna per ben due mesi, poi il rientro graduale fino al definitivo stiramento di sabato scorso. In mezzo, però, lo Stradivari biancorosso ha mostrato tutte la sue qualità, illegali per la Prima Categoria.

Sharing is caring!